Stampa
Visite: 36

L’attività è stata svolta in parte presso la palestra della scuola di via Turati e in parte presso la palestra “Full Time” di via Orsini, dove un più ampio spazio del tatami ha permesso lo svolgimento delle lezioni in modo ottimale

Nozioni teoriche

Sono state presentate alcune nozioni teoriche su:

- Origini del Judo

- parole giapponesi ancora in uso e loro significato 

- regole fondamentali di comportamento nella pratica della disciplina sportiva in oggetto.

L’attività didattica si svolge partendo da una piccola presentazione della disciplina sportiva. Seguono poi le prime nozioni fondamentali sulle cadute, essenziali nella pratica del Judo.

Per le tecniche in piedi si prediligono tecniche come “o soto gari” e “tai otoshi” tecniche di gamba e “uchi goshi” tecnica di anca. Per l’esecuzione sono previste semplici nozioni di elementi di equilibrio e squilibrio del corpo dell’avversario, perché proprio sfruttando una situazione di squilibrio è possibile eseguire in modo corretto le tecniche. Quindi sono stati proposti esercizi col compagno inginocchiato a terra e in seguito in posizione eretta.

Una volta apprese le nozioni è stata proposta una piccola attività di lotta in piedi alla quale i ragazzi hanno risposto con entusiasmo dimostrando una ottima capacità di esecuzione

Per la lotta a terra si spiegano le nozioni generali di tutto quello che è compreso nella lotta a terra ma si propone ai ragazzi solo la parte delle “immobilizzazioni”. Anche per la parte a terra sono state proposte situazioni di gara per le quali i ragazzi hanno dimostrato un particolare interesse ed anche qui si è notata una elevata capacità di apprendimento